Monti dei Sibillini: Un’esperienza escursionistica davvero maestosa

Monti dei Sibillini: Un’esperienza escursionistica davvero maestosa
Monti dei Sibillini: Un’esperienza escursionistica davvero maestosa

Piani di Castelluccio è in fiore con lenticchie e papaveri. Una vista dei Monti Sibillini in estate. I Monti Sibillini, noti anche come i Monti Sibillini (italiano: Monti Sibillini), sono una catena montuosa importante nella catena montuosa dell'Appennino sull'italiano penisola. La maggior parte delle vette supera i 2.000 metri (6.600 piedi); Il Monte Vettore, con i suoi 2.476 metri, è il più alto (8.123 piedi).

L'area fa parte del Parco Nazionale dei Monti Sibillini dal 1993. (Parco Nazionale dei Monti Sibillini). L'azione dei ghiacciai è responsabile della morfologia esistente, che è dominata da valli a forma di U e depressioni glaciali. Secondo la leggenda quaternaria, un negromante sopravvissuto alle persecuzioni cristiane contro il paganesimo durante la tarda epoca romana tenne un profeta maschio che raramente rivelava misteri del futuro in una grotta (ora conosciuta come la grotta della Sibilla). Dopo estenuanti viaggi attraverso l'Europa alla ricerca di un oracolo di Sibilla, arrivarono necromanti e cavalieri.
 
La montagna è circondata da un bellissimo fiume. Il fiume nasce dai monti Sibillini.

 
Fonti
Bernardino Gentili (aprile 2002). "Appunti di geomorfologia dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini". Collana dei Quaderni Scientifico-Divulgativi del Parco Nazionale dei Monti Sibillini (Collana dei Quaderni Scientifico-Divulgativi del Parco Nazionale dei Monti Sibillini). Ancona: Aniballi Grafiche (Ancona: Aniballi Grafiche). Le coordinate sono 42°49′26′′N 13°16′32′′W.E / 42. 82389°N 13. 27556°E / 42. 82389; 13. 27556°E / 42. 82389; 13. 27556°E / 42. 82389; 13. 27556°E
 

monti sibillini: cosa vedere
monti sibillini: cosa vedere


La leggenda di Gubbio
Gubbio è una città di pietra, severa e regale, bella per la sua austera bellezza. Gubbio è una città medievale con origini antiche e una ricca storia.Continua a leggere
 

Parco Nazionale dei Monti Sibillini
Il Castelluccio di NorciaLago di Fiastra - MacerataLe Famose Lenticchie di Castelluccio di NorciaLago di Pilato - Monte VettoreDal Monte Vettore, una veduta del Monte RedentoreIl Castelluccio di NorciaLenticchie in fiore a Castelluccio di Norcia. Monti Sibillini: cosa vedere - questa è una domanda difficile.

 
Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, che abbraccia le regioni dell'Italia centrale Marche e Umbria, protegge la catena dei Monti Sibillini, che comprende la vetta più alta dell'Appennino umbro-marchigiano, il Monte Vettore (2476 m), nonché le colline circostanti paesaggio costellato di borghi medievali, castelli e abbazie, fattorie e campi coltivati. Particolarmente devastanti per questi luoghi sono stati i tre forti terremoti che hanno scosso il centro Italia nel 2016, prima il 24 agosto e poi ancora il 26 e 30 ottobre; paesi come Arquata del Tronto e Castelluccio, entrambi all'interno del parco nazionale, furono interamente o in gran parte distrutti. Molti sentieri e agriturismi sono stati chiusi perché ritenuti insicuri, aggravando il disagio di una regione dove il turismo rappresenta la maggior parte dell'economia. Abitanti che sono rimasti, credendo nel valore della propria regione, delle sue bellezze naturali e della secolare tradizioni, si sono uniti per ricostruire e reintrodurre il turismo.

A distanza di quasi due anni ha riaperto il 90 per cento delle strutture ricettive del Parco, così come la maggior parte dei sentieri. In un press tour organizzato da giornalisti locali, blogger, guide escursionistiche, agriturismi e rifugi alpini che, senza alcun compenso o aiuto da parte di enti del turismo o della regione, ha portato un gruppo di giornalisti in un tour del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, #ripartidaisibillinipress, ho potuto assistere alla resilienza dei residenti locali e vedere come il parco è ora di nuovo accessibile.

La nostra prima visita è stata a Amandola, piccolo borgo medievale che rappresenta uno dei maggiori siti storici e culturali del parco e una base adatta per esplorare la zona, con una varietà di opzioni di alloggio. Un cancello merlato immette nel suggestivo borgo medievale. Amandola è nota per il suo tartufo bianco e per la mela rosa dei Monti Sibillini, presidio Slow Food, dal punto di vista gastronomico. 'Amandola', dice il narratore. Il Rifugio Città di Amandola, vicino al paese e ai piedi del Monte Amandola, è gestito dal simpatico Edgardo Giacomozzi, che ci ha accolto per un bicchiere del locale spumante Alta Marea, prodotto con il vitigno autoctono Passerina, e un tagliere del pecorino locale dei Sibillini e del ciauscolo, un insaccato di carne di maiale affumicata e stagionata strofinata sul pane.

Il Rifugio Città di Amandola (1200 m) è aperto tutto l'anno e funge da adatto punto di partenza per le passeggiate ai vette più alte, Monte Castel Manardo (1917 m), Pizzo Tre Vescovi (2092 m), e Monte Priora (2332 m). È anche una stazione dell'escursione a lunga distanza "Grande Anello dei Sibillini", un anello di 120 chilometri che comprende l'intera catena dei monti Sibillini e offre una meravigliosa opportunità per scoprire i diversi paesaggi, la vegetazione e la fauna del parco.

Monti dei Sibillini
Piani di Castelluccio è in fiore con lenticchie e papaveri.Una vista dei Monti Sibillini in estate.I Monti Sibillini, noti anche come i Monti Sibillini (italiano: Monti Sibillini), sono una catena montuosa importante nella catena montuosa dell'Appennino sull'italiano penisola. La maggior parte delle vette supera i 2.000 metri (6.600 piedi); Il Monte Vettore, con i suoi 2.476 metri, è il più alto (8.123 piedi). L'area fa parte del Parco Nazionale dei Monti Sibillini dal 1993. (Parco Nazionale dei Monti Sibillini). L'azione dei ghiacciai è responsabile della morfologia esistente, che è dominata da valli a forma di U e depressioni glaciali. Secondo la leggenda quaternaria, un negromante sopravvissuto alle persecuzioni cristiane contro il paganesimo durante la tarda epoca romana tenne un profeta maschio che raramente rivelava misteri del futuro in una grotta (ora conosciuta come la grotta della Sibilla). Dopo estenuanti viaggi attraverso l'Europa alla ricerca di un oracolo di Sibilla, arrivarono necromanti e cavalieri.
 
La montagna è circondata da un bellissimo fiume. Il fiume nasce dai monti Sibillini.

Il turismo in Italia
Monti dei Sibillini: Un’esperienza escursionistica davvero maestosa